ZipGenius

  1. Home
  2. /
  3. Czip X
  4. /
  5. Non fidarti della crittografia...

Un recente studio accademico ha rilevato che oltre cento milioni di telefoni Samsung hanno un grave bug nel sistema crittografico che rende del tutto inutile le tecniche di protezione implementate. Non è questa la sede per discutere i dettagli tecnici – ma se vorrete farlo, in fondo all’articolo troverete i link da consultare – però vorremmo sottolineare come proteggere i documenti più riservati finché Samsung non farà qualcosa per correggere il problema (ammesso che possa farlo, dato che i telefoni coinvolti vanno dal Galaxy S8 fino al Galaxy S21 e la politica di aggiornamenti Samsung non è molto chiara per i modelli più datati).

Che usiate un modello Samsung o un qualsiasi altro telefono basato su Android, potete sempre far affidamento sull’efficacia della nostra app Czip X. Czip X consente di creare archivi crittografati attraverso una tecnologia di sicurezza a strati con cui è possibile decidere quanta protezione meritano i documenti che si desidera tutelare: si va dalla semplice crittografia basata sull’uso di una passphrase fino alle opzioni per creare archivi autocancellabiliarchivi vincolati all’hardware che li genera. Se si desidera sapere di più sulle opzioni di sicurezza offerte da Czip X, è possibile leggere il sito web.

Qual è il punto? Esistono tantissime applicazioni per la crittografia ma Czip X si distingue perché è più semplice da capire e usare, e rende più semplice raggiungere un semplicissimo obiettivo: la creazione di “piccole casseforti” per proteggere i vostri documenti nel caso in cui qualcuno riesca a impossessarsi del vostro dispositivo mobile o di un vostro account in cloud; qualora accada, l’intruso sarà costretto a decifrare quelle casseforti: si tratta di un’operazione che richiede molto tempo e molte risorse, pertanto ogni tentativo di attacco diviene sostanzialmente inutile. 

Inoltre, usando gli strati di sicurezza opzionali, conoscere la passphrase corretta potrebbe non bastare per decifrare l’archivio. Se si crea un archivio con l’opzione “Archivio non condivisibile“, l’applicazione altera la passphrase inserita dall’utente con alcuni dati provenienti dall’hardware del dispositivo usato, così se l’archivio viene conservato in un cloud storage e qualcuno lo sottrae per decifrarlo in un dispositivo diverso dall’originale, l’operazione fallirà sempre – anche usando la passphrase giusta.

Czip X è disponibile nel Windows Store per Windows 10/11 al prezzo di € 0,99.

Czip X per Android ha lo stesso prezzo nel Google Play Store ma è anche disponibile una versione sostenuta dagli annunci pubblicitari.

Czip X oer Linux è totalmente gratuita.

Di più qui.


Ultimi 5 articoli

Sostieni ZipGenius

Dona con Ethereum
0xF930D3dD7e33b92b4F7
b59C87655746e00cc2829

Dona con PayPal